Licenza Creative Commons
Quest'opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non opere derivate 3.0 Italia.

domenica 24 settembre 2017

Evento di classe con pizza

R. scova sempre eventi interessanti e stravaganti da proporre alla nostra comitiva di amici: sa bene quanto possa essere importante, dopo una settimana intensa di lavoro, fare qualcosa di diverso nel weekend.
Così, anche questa settimana passa in rassegna le opzioni: rispetto a ciò che precedentemente ci aveva proposto - aperitivi in barca sul fiume, prime di cortometraggi di registi indipendenti, festival di vario tipo, cinema e karaoke -, e tra gli eventi disponibili in circolazione, quel concerto di musica sinfonica con le colonne sonore dei film di Hollywood lo incuriosisce particolarmente.
Parte così l'organizzazione della serata: chi vuole venire? a che ora finite di lavorare? andiamo digiuni o 'già mangiati'? dobbiamo prenotare?, la chat di gruppo ormai prende vita e dopo un momento di disorganizzazione generale, finalmente riusciamo a metterci d'accordo.
Il posto non è vicinissimo, anzi: si trova al centro, nessuno di noi c'è mai stato e per arrivarci lasciamo la macchina parcheggiata lontano, per via della zona a traffico limitato. Il locale è all'aperto, subito dopo il parco che temerariamente attraversiamo nonostante il buio pesto e la gente poco raccomandabile che si aggira silenziosamente.
Quando raggiungiamo lo spiazzo e scorgiamo il posto, ogni perplessità svanisce: è un incanto, impeccabile, raffinato, illuminato con gusto. Ci rendiamo conto di essere fuori dal nostro contesto abituale, ma non ci facciamo intimidire.
R. è arrivato in netto anticipo, ha tenuto il tavolo occupato e concordato una sistemazione più confortevole con la cameriera. Nel corso della serata scopriamo che il tavolo però non era riservato a noi, ma ad un duca, che probabilmente alla fine ha deciso di non presenziare alla serata. Decidiamo comunque di conservargli un posto.
La prima cosa che chiediamo è da bere, la seconda qualcosa da mangiare.
Scopriamo che da mangiare non è rimasto niente, e dico niente: il buffet è stato preso d'assalto prima che arrivassimo e neanche patatine, olive e noccioline si sono salvate.
Nel frattempo l'orchestra inizia a suonare. La cornice è magica e decidiamo di prendere del vino e goderci la serata, ma la fame dopo un po' inizia a farsi sentire insieme al nostro disappunto: nessuno di noi ha cenato e, dopo la corsa fatta per arrivare in tempo, rimanere digiuni sembra proprio il colmo.
Una cosa detta per scherzo diventa allora un proposito per salvare la serata: perché non ordiniamo una pizza da asporto?!
R. sposa subito la causa e inizia a passare in rassegna ogni pizzeria in zona: molte però quando spiega dove siamo non sono disponibili a portare fin laggiù le pizze. Dopo una decina di telefonate, svoltesi con l'orchestra che suona in sottofondo e le nostre risate per la professionalità espressa da R. nel spiegare la situazione, finalmente riusciamo a trovarne una che accetta di effettuare la consegna, nonostante gli venga detto che non c'è nessun numero civico e nessun citofono a cui suonare, e che gli andremo incontro per strada per recuperare le pizze.
Nell'attesa bisogna escogitare un piano: una volta prese le pizze, noi ragazze non vogliamo di certo creare situazioni spiacevoli con il personale del locale mettendoci a mangiare le pizze lì al tavolo... sarebbe davvero sconveniente, e decidiamo di dividerci in gruppi per rifocillarci e tornare al nostro posto una volta finito. La situazione è già di per sé surreale, quando scorgiamo un ragazzo delle consegne che con grande fretta si aggira tra la gente fino a raggiungere il palco. Lo segue con una certa preoccupazione l'addetto alla sicurezza del locale che sembra aver avvertito gli altri colleghi. L'orchestra nel frattempo suona Somewhere over the rainbow.
Per salvare il giovane, R. mette in atto un vero e proprio scatto felino: raggiunge il ragazzo dall'altra parte del palco prima del personale di sicurezza e insieme si avviano verso la scalinata che conduce fuori dal locale. Un eroe.
In conclusione, la pizza si è rivelata particolarmente gustosa e possiamo dire di aver passato una serata assolutamente perfetta: lo scriveremo di certo nella recensione al locale... e alla pizzeria.

Nessun commento:

Posta un commento

Licenza Creative Commons
Quest'opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non opere derivate 3.0 Italia.